Cos'è un safari artico

Cos’è un safari artico

6 Shares
6
0
0

La parola safari viene dallo swahili e significa viaggio, ma lo sai che i safari non si fanno solo nella savana?! Infatti, esistono i safari che si fanno in Nord Europa, chiamati safari artici.
Cos’è un safari artico? Dalla fine di novembre a fine febbraio (ovviamente poi dipende anche dal manto nevoso) si può partecipare a delle attività uniche nel loro genere ereditate dalla cultura Sami nelle terre selvagge del Grande Nord…tra i fiordi, foreste di conifere, tundra ghiacciata e paesaggi incontaminati.

Ma cosa sono esattamente i safari artici?

Partiamo dal più classico: la slitta trainata dai cani husky (dogsledding)

Questa escursione ha in genere la durata di poche ore, ma è possibile anche organizzare vere e proprie spedizioni della durata anche di qualche giorno. L’escursione è adatta anche ai più piccoli che potranno partecipare come passeggeri.
Prima della partenza si ricevono delle istruzioni dettagliate su come impartire gli ordini ai bellissimi cani che vi accompagneranno.
L’atmosfera che si crea durante questa esperienza è unica: sia per via del manto nevoso che avvolge l’ambiente rendendo il paesaggio magico, sia per la sintonia che si crea con la muta.
Questo tipo di attività si svolge in Norvegia, Finlandia, Svezia, ma anche alle Svalbard e in Groenlandia.
Oltre che con i cani husky questa attività è proposta anche con le renne.

Safari artico classico

Il safari artico più avventuroso: con la motoslitta

Con questo mezzo si perde un po’ della magia di essere su un mezzo più tradizionale come la slitta trainata dai cani e l’atmosfera è un po’ guastata dal rumore dei motori, ma in molti posti si sta diffondendo l’utilizzo di motoslitte elettriche per motivi sia ecologici, che di inquinamento acustico.

Safari per andare a caccia dell’aurora

Se vuoi approfondire il discorso dell’aurora ti invito a leggere il mio articolo

Dove vedere l’aurora boreale 

Personalmente inserisco questa escursione in tutti i pacchetti che vendo e, in genere, la faccio fare la prima sera, perché non è semplice individuare l’aurora da soli: con questo genere di safari, oltre a essere edotti sulle nozioni base per sapere cos’è l’aurora boreale, ci si reca nei luoghi più adatti alla visione. Inoltre, sono fornite anche delle utili indicazioni su come fotografare questo spettacolo della natura.
Ovviamente non c’è garanzia, perché vedere l’aurora il cielo deve essere limpido e stellato.
I luoghi migliori: si dice il parco naturale di Abisko, ma siccome per vedere l’aurora ci vuole soprattutto un pizzico di fortuna, basta trovarsi a nord del Circolo Polare Artico e qualsiasi momento potrebbe essere quello buono!

Caccia all'aurora boreale

La conoscenza del popolo Sami

Parte integrante dei safari artici è il lato culturale legato ai Sami, l’unica popolazione autoctona europea presente ai giorni nostri. La Lapponia infatti è una vasta zona geografica che appartiene ai tre nazioni: Norvegia, Finlandia, Svezia (e anche Russia). È possibile organizzare anche delle visite per conoscere l’unica popolazione che vive a queste latitudini e diventata oggi semi-nomade che vive di caccia, pesca e pastorizia.
Ancora oggi l’animale per eccellenza per i Sami è la renna. È possibile organizzare dei soggiorni che ci mettono in contatto con questa popolazione per apprenderne le antiche tradizioni oppure delle escursioni presso le fattorie dove vengono allevate le renne.

Cosa significa safari artico

Crociera in nave rompighiaccio

Non so se si possa proprio definire un safari artico, ma l’esperienza sulla rompighiaccio è imperdibile! Grazie alla particolare forma della sua chiglia la nave si fa strada tra il ghiaccio spesso anche 2 metri. Durante una sosta si può scendere per camminare sulla spessa coltre di ghiaccio ed è possibile provare a fluttuare sull’acqua del mare ghiacciato. Ovviamente, dopo aver indossato una speciale tuta termica galleggiante e protettiva: sei così coraggioso da provare?

Questa escursione può essere fatta solo in Finlandia e Svezia: in Norvegia il mare non si ghiaccia per via della corrente del golfo.

Ciaspole e sci di fondo

Molto diffusi in Nord Europa anche il trekking con le ciaspole e lo sci di fondo, che si svolgono in un contesto diverso rispetto a quello delle nostre montagne e meritano di essere provate.

Safari artico per avvistare l’orso bianco

Solo alle Svalbard  è possibile avvistare questo animale, di cui ne rimangono circa 3.000 esemplari su questo arcipelago che si trova sotto la giurisdizione della Norvegia.
La stagione migliore per vedere gli orsi è tra marzo e aprile, proprio sul bordo della banchisa, e in questo periodo dell’anno vengono utilizzate le motoslitte per gli avvistamenti.
Nel periodo estivo, quando il ghiaccio si scioglie, è possibile avvistarli dalla barca.

Orso polare alle Svalbard

Superjeep tra i ghiacci

Questo genere di attività proposta in Islanda (ma delle attività islandesi, ve ne parlerò in un articolo a parte) utilizza mezzi speciali per raggiungere ghiacciai e vulcani. I tipici safari artici che si fanno in Lapponia non vengono proposti in Islanda, dove le attività sono più legate all’outdoor o al trekking.

Consigli pratici su come organizzare un safari artico

– È consigliata la prenotazione dell’Italia perché attendendo in loco si rischia di non trovare posto
– In linea di massima i bambini possono partecipare (hanno uno sconto)
– L’abbigliamento tecnico è fornito dall’organizzatore ma è necessario partire attrezzati con abbigliamento da montagna

Se anche tu vuoi organizzare un viaggio al Grande Nord…

Richiedi una consulenza

6 Shares
1 comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like