Svezia costa ovest

Svezia occidentale: la costa a nord di Gotebörg

0 Shares
0
0
0

In questo articolo parlerò di una delle aree più belle della Svezia occidentale: la costa a nord di Gotebörg che non ha assolutamente deluso le nostre aspettative e diventata famosa in tutto il mondo grazie alle ambientazioni dei romanzi gialli di Camilla Lackerback.

Metterci di nuovo on the road è stato davvero emozionante: molto contenti di aver rivisto Stoccolma per la seconda volta, in realtà, aspettavamo con ansia quella sensazione di partire per l’inesplorato che ti accompagna in tutti gli on the road.

Ti può interessare l’articolo cosa vedere a Stoccolma

Hai presente quando metti la destinazione sul navigatore e guardi sognante fuori dal finestrino il paesaggio che cambia e non sai che cosa ti aspetterà nelle ore successive?

Proprio quello mi mancava come l’aria…

Cosa offre la costa ovest della Svezia

Questa volta poi l’itinerario è stato deciso sul campo: abbiamo improvvisato tappa per tappa in base al mood del momento. Dopo una notte di sosta a Orebro per spezzare il tragitto (città che secondo me non merita molto, se non per il delizioso castello con fossato perfettamente conservato che si trova nel centro della cittadina), arriviamo sulla costa sotto la pioggia.

Costa ovest della Svezia

La costa ovest della Svezia è spettacolare dal punto di vista geografico: migliaia di isolotti e insenature naturali, costellate dalle tipiche case di legno di colore rosso e da porti che ospitano barche di ogni genere. Siamo al confine con la Norvegia e Oslo è solo a 200 chilometri di distanza.

Dove dormire

Abbiamo deciso di soggiornare a Kampervisk, un piccolo insediamento le cui abitazioni di tutti i colori sorgono intorno a un’insenatura che fa da porto naturale: qui non ci sono né bar né supermercati.

La costa ovest svedese

Il paese si trova a dieci minuti da Fjällbacka, che è una località molto rinomata tra gli svedesi. Qui veniva in villeggiatura Ingrid Bergman ed è ambientata la serie di romanzi gialli di Camilla Läckberg.
Il primo giorno ci siamo dedicati all’esplorazione di Fjällbacka che è a dir poco stupenda: una collina di arenaria fa da cornice a un villaggio di case in legno tradizionali con giardini curati e ben tenuti, in più un mare e un cielo che più blu non si può.

Svezia cosa vedere

Ti potrebbe interessare cosa vedere a Fjällbacka

Cosa vedere sulla costa a nord di Gotebörg

La nostra esplorazione della zona è continuata con la visita al Vytlicke Museum e alle pitture rupestri dell’età del bronzo rinvenute nella zona. Il mio consiglio è quello di prendersi un po’ di tempo per l’esplorazione perché i sentieri intorno alle pitture si sviluppano in boschi ricoperti di erica. Si possono fare diversi percorsi, tutti ben segnalati: trovate le mappe all’ufficio informazioni all’entrata del museo.

A nord di Göteborg

Un’altra attività che non può mancare in questa zona è sicuramente un’uscita in barca, da Fjällbacka partono diverse escursioni, ma noi abbiamo scelto di farla da Grebbestad, perché gli orari collimavano meglio con le nostre esigenze. Non abbiamo avuto la fortuna di vedere le foche, ma navigare tra gli isolotti granitici nel blu immenso del cielo e del mare è stata un’esperienza indimenticabile.

Svezia la costa uscita in barca

Un altro paese davvero caratteristico che vale la pena vedere è sicuramente Smöggen, per una pausa pranzo a base di crostacei appena pescati in uno dei caratteristici ristoranti sul porto. Noi ci siamo fermati qui lungo il tragitto verso Gotebörg.

Il mio consiglio: camminate fino in fondo al pontile, per ammirare questa immagine da cartolina:

Costa ovest Svezia

Se vuoi organizzare un on the road in Svezia, richiedi subito la mia consulenza personalizzata!

Richiedi una consulenza

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like