Le Cotswolds, con i loro paesaggi incantevoli e i villaggi pittoreschi, rappresentano una delle gemme nascoste dell’Inghilterra. Questo itinerario nelle Cotswolds tra atmosfere e villaggi fiabeschi attraverso la campagna inglese con un gruppo di sole donne è stato il coronamento di un sogno che avevo da un po’.

Cottage color miele con mattoni a vista e bovindi che si affacciano su viste mozzafiato: sono sempre stata affascinata dalla tranquillità dei paesaggi della campagna inglese ritratta in alcuni dei miei romanzi preferiti, ma sono rimasta sorpresa nel vedere quanto entusiasmo ha suscitato nelle donne che sono venute con me.

Ci siamo riempite gli occhi di bellezza, abbiamo riso (tanto), abbiamo assaporato lo scorrere della vita tra sconfinate praterie e affascinanti angolini e ci siamo rifugiate in splendide tea-room tra le chiacchiere come fossimo amiche da sempre.

Cotswolds con le donne

Cotswolds: info pratiche

Le Cotswolds sono un’area collinare che si estende a ovest di Londra, tra Oxford e Bristol. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Birmingham e Bristol (serviti solo da poche compagnie low cost e non da tutti gli aeroporti italiani) e ovviamente Londra.

L’area abbraccia cinque contee e nel 1966 è stata nominata AONB Area of Outstanding Natural Beauty. Qui si concentrano infatti alcuni dei più bei villaggi inglesi dove la vita sembra scorrere lenta, quasi volesse rifuggire alla frenesia che contraddistingue la vita moderna, tra piccole cittadine, negozietti curati e mercati specializzati nel commercio della lana (esiste infatti una razza di pecore “cotswolds” che viene allevata solo in quest’area).

Le Cotswolds possono essere visitate tutto l’anno, ma con il foliage autunnale, le viste sono ancora più suggestive. Ovviamente qualche pioggia va tenuta in conto, ma fa parte dell’esperienza.

Cosa fare un weekend nelle Cotswolds

Itinerario di 4 giorni nelle Cotswolds

Questo è l’itinerario di 4 giorni nelle Cotswolds che abbiamo fatto noi:

1° giorno: Lackok Abbey, Castel Combe e Bath

Il nostro viaggio inizia da Lackok Abbey, location da favola che ha dato ispirazione ai libri di Harry Potter e a Pride and Prejudice. Ad accoglierci la tipica pioggia fina che aggiunge atmosfera british alla visita tra abbazie gotiche e richiami letterali: conosci qualcosa di più magico?

Per iniziare a conoscerci meglio, abbiamo pranzato con uno strepitoso afternoon tea a Castel Comble: tramezzini, scones con burro e marmellata e deliziosi dolci su alzatine ci hanno deliziato tra chiacchiere e risate. Il posto è davvero magico, ma l’atmosfera che si crea nei viaggi di solo donne lo è ancora di più!

Afternoon Tea

2° giorno: Blenheim Palace, Broadway, Stow on the Wold, Bourton on the Water

Blenheim Palace è una monumentale residenza di campagna inglese dov’è nato Wiston Churchill ed è l’unica residenza non episcopale o reale d’Inghilterra a beneficiare del titolo di “Palazzo”. L’interno con affreschi e intarsi è davvero maestoso, ma i giardini con i colori autunnali e i cigni nel lago sono un sogno ad occhi aperti.

Abbiamo poi dedicato la giornata alla visita dei paesini più belli di Cotswolds: Broadway, Stow on the Wold, Bourton on the Water. Paesaggi che hanno ispirato Tolkien e i cui villaggi catturano l’immaginazione con case in pietra dall’aspetto fiabesco, ponti ad arcate su placidi fiumi e stradine lastricate dal fascino storico.

Itinerario nelle Cotswolds tra atmosfere e villaggi fiabeschi

3° giorno: Broadway Tower e Stratford-Upon-Avon

Cosa sceglieresti tra una mattinata di letture davanti al camino o una passeggiata sotto la pioggia nella campagna inglese? Noi ci siamo divise in due gruppi per assecondare le preferenze di ciascuna. L’hotel ha messo a disposizione i tipici boots per le temerarie che hanno sfidato la pioggia e, se devo dire, è stata una delle esperienze più preziose del viaggio!

Ci siamo ritrovate tutte alla Broadway Tower, costruzione storica di tipo neogotico ultimata nel 1799 che si trova su un piccolo promontorio che domina la valle, prima di procedere verso Stratford-Upon-Avon la cittadina delle midlands inglesi celebre per aver dato i natali al drammaturgo più famoso di tutti i tempi: William Shakespeare.

4° giorno dell’itinerario nelle Cotswolds: tappa ad Oxford

Rientrando verso Londra, ci siamo fermate a visitare Oxford. Nonostante la città sia famosa soprattutto per il prestigioso centro universitario, ci siamo soffermate ad ammirare l’architettura gotica e le strade acciottolate, ripercorrendo le location di Harry Potter e de Le cronache di Narnia.

Se hai tempo ti consiglio di fermarti all’Ashmolean Museum, uno dei più antichi musei del mondo con una collezione di arte e reperti archeologiche davvero unica, e alla Bodleian Library, una delle biblioteche più belle del Regno Unito (e se te lo dico io, sai che puoi fidarti).

Oxford

Dove dormire nelle Cotswolds

The Fish Hotel è la sistemazione che abbiamo scelto per questo retrat di donne. La vista è sul villaggio di Broadway e l’atmosfera è super tipica: camini accesi, bosco fuori dalle finestre, pecore che pascolano libera e quella nebbia che alle prime luci del mattino imperla il prato. Un romanticismo che parla di natura.

Qui ci sono case sull’albero, camere negli Stables, Shepard’s Huts e Hillu Huts, i tipici alloggi carovana dei pastori che oggi sono stati ristrutturati per garantire il massimo comfort in uno stile country chic con atmosfere super cozy!

Noi stiamo già organizzando il prossimo viaggio per l’autunno, vuoi unirti?

Se si, unisciti al Gruppo Telegram, dove svelerò le date in anteprima!